una quarantina di giorni

Non
c’è albero buono che faccia frutti cattivi, né albero cattivo che
faccia frutti buoni. Ogni albero infatti si riconosce dal suo frutto:
non si raccolgono fichi dalle spine, né si vendemmia uva da un rovo.
L’uomo buono trae fuori il bene
dal buon tesoro del suo cuore; l’uomo cattivo dal suo cattivo tesoro
trae fuori il male, perché la bocca parla dalla pienezza del cuore.(La
Bibbia, Nt, Luca 6,43-49)


…Abbiamo qualche problema da verificare con il pediatra…qualcosa non va…ma i suoi occhi ora seguono il mondo.
Il suo sorriso comincia a seguire le carezze e le boccacce.
E quando mi stringe sembra un micino abbandonato, gattona sul mio petto con le sue unghiette chiedendo il mio sguardo, mentre lo allatto al seno ed il mio cuore è altrove.

La notte, quando non sta bene, e le notti insonni ci ricordano la nostra solitudine, ci stringiamo un pò di più, spesso piangendo.

Ed è severo il suo sguardo sulle mie lacrime.
Spero da grande capisca perchè la sua mamma sorrideva poco.
Che sappia pesare colpe e responsabilità.
E che mi ami proprio per questo.
Perchè lo stringevo a me, pur piangendo, attaccandolo al mondo.
Ed io, grazie a lui, alla vita.



Annunci
Published in: on 12 settembre 2009 at 8:59 PM  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2009/09/12/una-quarantina-di-giorni/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: