Profumo di fresco

C’era oggi un’aria lieve di settembre frammista a questo luglio.
I gabbiani lo sapevano, perciò volavano alti sopra le case, per un mare gonfio e brontolone che giocava a fare gavettoni con loro.
Le colonne d’aria del centro direzionale incanalavano una miriade di profumi diversi. C’era la salsedine, la terra bagnata, l’eco dei forni a legna delle pizzerie…e il fresco.
L’essere umano non sa volare, ma per un attimo oggi ho chiuso gli occhi, in mezzo ai palazzoni alle sei di sera, e ho aperto le braccia.
Un infinito attimo per volare.
Ascoltavo una canzone, e fuori i rumori di fondo sembravano il battito della città.
Ho dimenticato tutti i pensieri e ho pensato solo a vivere.
Il tempo di atterrare, riaprire gli occhi e guardare in alto quello spicchio di azzurro riflesso tra i palazzi a specchio.
E ricominciare a camminare con i piedi ben saldi al suolo.

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2012/07/23/profumo-di-fresco/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: