L’ultima luna dell’anno

La gente non si accorge se è estate o inverno quando è felice.
(Anton Cechov)

 

Questa notte la luce della luna deve tagliare nuvole spesse per mostrare il suo splendore di quasi plenilunio.
E’ la luna delle somme, della chiusura dei conti.
L’ultima luna di un anno importante, quello per cui il mio Saturno ha cominciato l’opera di ristrutturazione, lui che nasce “mortificato” nel mio quadro natale ed ora che è invece è “in opposizione” ritrova paradossalmente la sua potenza.

Anche quest’anno, in dicembre,  sto sognando mia madre più che in tutti gli altri giorni dell’anno, laddove quando capita è un caso “fisiologico”.
Ma la sogno in modo diverso.
La sogno da “punto di osservazione” di vita che per la sua serenità non mi lascia, al mattino, con un senso dolceamaro che solo il vuoto sa lasciare.
Quello che so, al mattino, è che sono un pò più cresciuta.
Guardo mio figlio,  e mi dico che è così, sebbene i miei quasi 39 anni non mi sembrano veramente così tanti.

C’è stato un tempo in cui mi sono sentita vecchia e stanca.
Ora mi sento un pò più grande, come un pò più grande è il mio bimbo.
Ma la leggerezza della consapevolezza mi permette, per ora, di non invecchiare.

Questa notte canticchiavo una canzone.
E’ una canzone di quasi quindici anni fa…

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2013/12/16/lultima-luna-dellanno/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: