Le ragioni di un nome

…A proposito di Filosofia.

Le barzellette quando devo spiegare l’acronimo di mio figlio.
Su “Immanuel” è uno spasso.
Dipende dall’interlocutore, ma generalmente la domanda è sempre la stessa.

Kyros ok… ok…ma “Immanuel”… perchè, e non “Emmanuel”?

“Come Kant”.
(Uditorio medio basso-partenopeo): “Chi cant?”
“Eh, e chi suona,  magari…KANT, IMMANUEL  Kant!”
“E chi è?”
“E’ un filosofo”.
“Che?”
“Un filosofo”
“E che fa un filosofo?”
“Eh…come dire…un filosofo…ti insegna a vivere senza accorgertene”
“Ah si? E come fa?”
“Ah, ma questa è lunga, poi te la spiego…Bisogna…parlarne…”

E in genere il teatrino finisce qui. Poi spiego che è il modo più vicino all’ebraico per dire “Dio con noi”, e si quietano definitivamente.

Scrivo oggi all’indomani della nuova raccolta del “grandangolo” del Corriere della Sera per un altro motivo.

Oggi, 12 febbraio, ricorre l’anniversario della morte di Immanuel Kant. Duecentodieci anni dalla morte di uno dei pochi (come Platone, come Freud) che non ha mai smesso di ripensarsi e ripensare , che era il più lontano possibile dall’IPSE DIXIT, ma che criticamente ha vissuto ogni attimo del suo pensiero.

Mi piace ricordarlo oggi con alcune sue massime.

Pensare ci rende sensibili alle sfumature dei sentimenti e alle possibilità dell’immaginazione.

Tutto ciò che è stato scritto dagli uomini sulle donne deve essere ritenuto sospetto dal momento che essi sono ad un tempo giudici e parti in causa.

Sublime è il senso di sgomento che l’uomo prova di fronte alla grandezza della natura sia nell’aspetto pacifico, sia ancor più, nel momento della sua terribile rappresentazione, quando ognuno di noi sente la sua piccolezza, la sua estrema fragilità, la sua finitezza, ma, al tempo stesso, proprio perché cosciente di questo, intuisce l’infinito e si rende conto che l’anima possiede una facoltà superiore alla misura dei sensi.

Agisci in modo da trattare l’umanità, sia nella tua persona che nella persona di ogni altro, sempre anche come un fine e mai soltanto come un mezzo.

Gli esseri ragionevoli sono chiamati persone perché la loro natura li indica già come fini in se stessi, vale a dire come qualcosa che non può essere utilizzato semplicemente come mezzo.

La scienza è conoscenza organizzata. La saggezza è vita organizzata.

Agisci in modo che ogni tuo atto sia degno di diventare un ricordo.

Coloro che dicono che il mondo andrà sempre così come è andato finora contribuiscono a far sì che l’oggetto della loro predizione si avveri.

Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali.

Sapere aude! Habe Mut, dich deines eigenen Verstandes zu bedienen!
(Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza!)

Zwei Dinge erfullen das Gemut mit immer neuer und zunehmender Bewunderung und Ehrfurcht, je ofter und anhaltender sich das Nachdenken damit beschaftigt: der bestirnte Himmel uber mir und das moralische Gesetz in mir.

(Due cose riempiono l’animo di ammirazione e di riverenza sempre nuova e crescente, quanto più spesso e più a lungo il pensiero vi si ferma su: il cielo stellato sopra di me e la legge morale in me)

Pazienta per un poco: le calunnie non vivono a lungo. La verità è figlia del tempo: tra non molto essa apparirà per vendicare i tuoi torti.

Esiste una causa morale del mondo, per proporci uno scopo finale, conformemente alla legge morale; e per quanto questo scopo è necessario, altrettanto necessario ammettere quella causa: cioè che vi è un Dio.

Tu devi. Quindi puoi.

Kant ha scritto di filosofia, di poesia, di psicologia…e nelle sue lettere c’è tutta la sua umanità di uomo semplice.
Con una mente ed un cuore da cielo stellato.

Bisogna leggere le vite delle persone che studiamo sui libri, per capirne la loro “normale unicità”…

 
https://www.youtube.com/watch?v=xwOCmJevigw

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2014/02/12/le-ragioni-di-un-nome/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: