Sogni da quattrenne (e mezzo)

Questa sera, dopo il risveglio dal sonnellino pomeridiano,  mio figlio mi ha raccontato cosa ha sognato.

Come me, sogna e ricorda, sempre.

Ogni mattina si sveglia e mi racconta dei suoi viaggi sulle correnti di Giove (effetto “Little Einsteins”), del cane che aveva adottato, bianco come la neve, di nome Black (?!), delle litigate con il compagno di classe, della farfalla nera ed arancione che era entrata nella camera a giocare con lui. . .

. . . Questa sera, svegliandosi nella grande stanza arancione, con video Capital che dava musica, con me seduta ai suoi piedi che attendevo l’imminente risveglio, mio figlio mi ha detto:

“Mamma, ho fatto un bel sogno,  ma è più bello ora che mi sveglio e ti vedo vicino a me” .

Ho fermato quell’attimo, la penombra arancione e la musica, il suo sorriso e le sue parole, in un’istantanea come salvadanaio per quei giorni di poco calore, quando la malinconia o lo sconforto rabbuiano il cuore.
L’ho fermata lì, quell’istantanea, dove mi ha passata da parte a parte, tra lo stomaco e i polmoni, tendendo a sinistra, come il sole che trafigge lo sguardo sull’orizzonte. . .

image

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2014/03/09/sogni-da-quattrenne-e-mezzo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. grandi i bambini e il loro universo puro. Poter tornare ad essere come loro… Ciao.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: