“Sei speciale, diversa”

Gratuitamente avete ricevuto,
gratuitamente date.
(Matteo, 10; 8)

Si chiama Francesca.
E’ una mia coetanea.
Una collega, niente più.
Una “vicina di sala”.
Conosciuta per la mia “insana” abitudine di essere sempre a disposizione, di interrompere il mio lavoro per aiutare quello altrui, anche a rischio di apparire poi quella caotica, quella che fa di meno, quella che non finisce mai un compito…
Ogni volta che ci siamo fermate a parlare, è stato per un cliente disperato, visto che lavoro i reclami.
Solo mezza volta, in una pausa, per dieci minuti i nostri mondi personali si sono incrociati: i bambini, i sogni, le paure per il futuro a lavoro.
Forse però ho sottovalutato quanto ci siamo dette guardandoci, tutte le volte. Un sorriso, una carezza al braccio passando per i corridoi.
Così, in questo periodo così particolare per me, in questo momento che definisco di “trapasso” -e nessun trapasso è scevro da sofferenza- venerdi scorso, passando davanti ad un’ascensore, con il cuore e la mente il più lontano possibile da quell’edificio, c’era Francesca, che al mio saluto un pò distratto mi ha sorriso, mi ha presa e mi ha abbracciata forte.

Ho vissuto tanti momenti dolorosi nella mia vita. E debbo dire che ogni volta ho guardato al cielo arrabbiata con quel Dio che sembrava sempre mettermi davanti prove più grandi di me.
Ma ogni volta, ogni volta, Lui mi ha mandato un abbraccio, una carezza, una parola.
Ha scelto una persona e me l’ha mandata.
Per un minuto, un’ora, o un pò di più…magari per la vita.
Per sentire ogni volta che c’è sempre, a vegliare su di noi, l’Amore.
Per dire: “ce la puoi fare”…

…Così, in quel momento, infinito, eterno, di quell’abbraccio, inaspettato, forse per tutte e due, in quella gratuità ci ho scorto l’abbraccio di Dio. 

Lei non sta su internet. Così con la “rif”  le ho mandato un messaggino, spiegandole quanto mi ha scaldato il suo abbraccio di qualche giorno fa.
La sua risposta:
“Sei speciale, diversa. Ti sento vicina e volevo dirti che ti voglio bene, in quell’abbraccio :* A presto e un bacio al tuo cucciolo”

Non sono speciale, sono fortunata.
Aldilà di tutto, nonostante tutto.
Perché ricevere gratuitamente l’Amore è un privilegio raro.
E Francesca non potrà mai capire quanto abbia fatto lei per me con un solo gesto in un solo attimo, dato proprio in quel determinato momento.
Quando mi ha scritto, commossa,  ho ripensato alla frase di Matteo: “Gratuitamente avete ricevuto,
gratuitamente date”.
E’ sempre stato un principio per me.
Ma da venerdi, grazie a Francesca, è diventato un comandamento.
Gratuitamente do, gratuitamente ricevo; per questo, ancora, gratuitamente sarò ancora in grado di dare di più e ancora…

ABBRACCIO

 

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2015/03/01/sei-speciale-diversa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Beh si, sei diversa, non sbaglia la tua amica. Mi sfugge però da dove origini la tua diversità. Forse dalla tua intelligenza di grado superiore e di sicuro fuori dal comune.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: