Tutto (o quasi) serve

Il dolore più acuto
è quello di riconoscere
noi stessi
come l’unica causa di tutti i nostri mali.
(Sofocle)

Quest’anno si è dipanato e si avvia alla conclusione come quello con il maggior numero di consapevolezze raggiunte attraverso una discreta sofferenza emotiva.
L’ultima venerdì scorso, giorno degli angeli.
C’è da dire, però, che accanto a questa sofferenza c’è anche un capitale affettivo accumulato grazie agli abbracci delle persone da cui meno te li aspettavi. Abbracci di parole ma anche di gesti, ancora maggiormente inaspettati.
Tutto (o quasi) serve.
Anche molte di quelle che ti provocano scossoni e lacrime.

Così ho imparato che mi vuole un bene dell’anima chi nemmeno riesce a dimostrarlo con un sorriso, nel quotidiano…
….Mi hanno detto stringendomi che sono la loro piccola.
Mi hanno detto che mi conoscono e sanno quanta sofferenza mi provoca decidere finalmente di prendere delle decisioni che sono giuste ma a qualcuno potrebbero sembrare sbagliate, che sono una persona speciale e che mio figlio è semplicemente la parte migliore di uno che parti migliori non ha….
…Mi hanno detto che mi portano un affetto indescrivibile e che fa rabbia che ci siano persone che sfruttano la mia profonda emotività…
…Mi hanno detto che devo lasciare spazio nella mia vita a qualcuno che mi meriti veramente.
Questo solo in quarantotto ore da quattro persone diverse e “inaspettate”.
Anche per questo tutto (o quasi) serve.

Ma serve anche e soprattutto perché, come dicevano i latini, “quae nocent docent”, le cose che nuocciono istruiscono (e rendono migliori).
Arrivi a consapevolezze, come dicevo all’inizio, che forse senza quell’evento non sarebbero mai arrivate, almeno non così velocemente…o forse non sarebbero arrivate mai.

Questo, certo, non ci esime dallo sconforto. Più acuto in alcuni giorni.
Ma certo dà più senso a sentimenti che spesso sembrano solo inaridirci.

Invece, a ben vedere, ci rendono migliori.

cuh2015

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2015/10/04/tutto-o-quasi-serve/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: