Come se fosse niente…come se fossi qui.

Alla sua tomba
come
a tutte quelle su cui piansi,
il mio dolore fu dedicato anche
a quella parte di me stesso che vi era sepolta.
(I. Svevo)

Sai, mamma, oggi è capitata una cosa curiosa.
Uscendo dal supermercato, ho visto all’ingresso che hanno cominciato a vendere dei mazzolini di fiori.
Mi sono fermata e mi sono detta che, anche se non erano fresie, ti sarebbero piaciuti…e ho fatto il gesto di prenderne un fascio.
Poi mi sono fermata.

E sai perché?
Perché non volevo portarteli al cimitero, nel prenderli.
No, no.
In un angolo della mia mente, per uno strano scherzo del cervello, o forse per una strana curvatura spazio-temporale, che per un attimo ha messo in congiuntura due universi paralleli, o forse solo il paradiso e la terra…sotto un cielo azzurro che profumava di primavera…tu eri da qualche parte, a respirare lo stesso giorno, ed io volevo portarti i fiori.
Ho immaginato addirittura la tua solita, noiosa nenia del “perché hai sprecato questi soldi!!” che era il tuo modo distorto per dire “grazie”…mi è sembrato addirittura di sentire la tua voce….
…Un momento, e mi è sembrato che una mano si poggiasse sulla mia spalla, a guardare con me quei fiori.
Ho preso la mia, di mano, e l’ho portata alla spalla, quasi certa di sfiorare quel tocco.

E’ stato solo in quel momento che  mi sono  ricordata che moristi in uno splendido 26 Gennaio, pieno di sole, bello come oggi, e domani saranno tredici anni.
Eppure sai, mamma, anche quando sono tornata in questa dimensione, quel calore, di quell’attimo, mi è rimasto ancora.
Sarà perché anche se manchi nel fattivo, nel quotidiano, nell’aiutarmi a crescere mio figlio, io da tredici anni ti ho sentito in ogni cosa. Un pò come gli angeli custodi.
In un modo o nell’altro ho sempre come sentito la tua mano sulla spalla…forse più di quando, vivendo distrattamente, eri qui con me con gambe e braccia.

Avrei potuto comprarli per la tomba, quei fiori…ma non l’ho fatto.
Perché non erano stati pensati per ricordare la morte.
Erano stati pensati per ricordare l’Amore, che è la Vita.
E’ per questo che tu vivi, è come se tu fossi qui.
Come se fosse niente…

mamamy.jpg

Published in: on 25 gennaio 2016 at 11:59 PM  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2016/01/25/come-se-fosse-niente-come-se-fossi-qui/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: