il 29 Settembre

29 Settembre (Mogol-Battisti)
Quando è il 29 settembre, almeno da trentacinque anni, a me piace cantare la canzone di Battisti. La suonava mio padre (è tanto che non suona più e che non lo facciamo più insieme, soprattutto). Ogni anno ha un portato sempre maggiore di ricordi: l’orto del nonno, mia madre che cantava, i compiti di inizio anno scolastico e l’entusiasmo che vive con tutti gli inizi e rende il tempo instabile più frizzante. Gli odori di San Michele, questo santo speciale, un arcangelo armato, che dà l’idea della potenza divina (racchiusa tutta nel suo nome): i peperoni della sagra, la terra umida, e i gatti accartocciati come foglie secche tra i cumuli di legna raccolta per i camini. I pomeriggi spensierati con le amiche dell’Università…e poi la morte che si porta via man mano le persone che ami, l’ Amore che si nega perché riposto in un cuore malato, i sogni che rispolveri dal cassetto, la vita che ha assunto un altro senso (quello degli occhi di tuo figlio), la voce che se ne va a furia di parlare a lavoro e a gridare dal dolore…
…e la voglia di cantare, che resta.
Ancora oggi.
Nonostante tutto.
In un 29 settembre pieno di sole e di speranze.
aaa610f21aab129b699030e30f5d0dca_med.jpg

The URI to TrackBack this entry is: https://esperia75.wordpress.com/2016/09/29/il-29-settembre/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: